sausage-2541608_1280.jpg

food blog

Experience

Nduja, un vero prodotto Made in Calabria!

La nduja è un salume spalmabile di maiale che ha origine nella zona del Monte Poro, nelle vicinanze di Vibo Valentia.


Molti di voi sapranno che la ricetta originale di questo insaccato è di Spilinga ed è per questo che la Nduja maggiormente conosciuta è proprio quella prodotta nel comune vibonese dove da parecchio tempo si tiene l’annuale sagra della Nduja nel mese di agosto.


Monte Poro
Monte Poro

Il prodotto in questione ha una consistenza morbida e gusto piccante grazie all’inserimento del peperoncino che è il vero e proprio protagonista. La preparazione prevede ingredienti come: pancetta, guanciale, spalla, coscia e sottopancia di maiale; questi ultimi vengono finemente tritati, e dopo l’aggiunta del peperoncino piccante il preparato viene amalgamato e insaccato.


Successivamente si procede con l’affumicazione con legno d’ulivo per poi procedere con la stagionatura che può durare anche 5/6 mesi.


Il tipico colore rosso della Nduja potrebbe far pensare alla presenza di coloranti per poter raggiungere un colore così vivo, in realtà come detto in precedenza gli ingredienti utilizzati nella ricetta originale sono pochissimi e infatti, la colorazione deriva dalla presenza del peperoncino che quindi è fondamentale per garantire colore, odore e sapore deciso.



La presenza del peperoncino, inoltre, permette di poter conservare la Nduja per parecchio tempo e quindi ha anche il ruolo di conservante naturale. Tutto ciò ci consente di parlare di un prodotto totalmente genuino.


Nonostante abbia un gusto che a volte può anche risultare molto deciso, la Nduja può essere consumata nei modi più disparati: spalmata sulle fette di pane o su crostini per un fantastico aperitivo con gli amici; accompagnata al caciocavallo che tenderebbe a smorzare il sapore piccante; ma potrebbe anche essere un ingrediente protagonista di primi piatti, aggiungendo la nduja al sugo di pomodoro oppure sulla pizza.



Mi sento di consigliarvi degli abbinamenti in particolare per queste due ultime categorie: non vi pentirete di una pizza rossa con l’aggiunta di cipolla rossa (magari di Tropea, perché no?!), salsiccia dolce, gorgonzola e ovviamente Nduja.


Per quanto riguarda i primi piatti vi consigliamo un’alternativa alla pasta aglio, olio e peperoncino: vi consigliamo di aggiungere in padella uno spicchio d’aglio e una buona quantità di olio e quando esso risulta caldo fate sciogliere nell’olio stesso un paio di alici e a questo punto qualche tocchetto di Nduja (a secondo della vostra preferenza e… resistenza), nel frattempo potrete metter su la pasta a cucinare e quando sarà cotta spostatela nella padella con il condimento. Amalgamate il tutto e per un tocco in più potreste anche aggiungere un po’ di pangrattato.


Entra nel nostro gruppo Buongustai di Riviera!

26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti